Ecco cosa devi sapere per ottenere fotografie spontanee.

COME PUO’ UN SOGGETTO NON ACCORGERSI DI TE ANCHE SE SEI DAVANTI A LUI?

Lascia che ti dia un consiglio che reputo essenziale per portare a casa un buon scattato.

Lo faccio, come sempre, attraverso una mia esperienza personale.

Ti racconto in che situazione mi sono ritrovato quando ho scattato questa foto.
Ero a Cape Town, in Sud Africa, nella scuola di danza “Dance for All.

Una scuola molto particolare che ha come missione quella di insegnare danza classica ai bambini delle Township.

La bambina in questione girava su se stessa con le braccia tese e ripeteva questo movimento più e più volte.

Così mi sono messo perpendicolare a lei finché non è arrivata a pochi centimetri dalla mia macchina fotografica.

Cosa devi sapere per far sì che il tuo soggetto si approcci a te, come fotografo, in maniera così naturale?

Quello che posso dirti è che devi assolutamente metterti in testa che:

Farti accettare fisicamente come fotografo con la macchina fotografica PRIMA di scattare, deve essere una tua priorità, sempre.

No scatti rubati, parlo per questo tipo di circostanze.

Una volta che sei riuscito ad instaurare una certa sintonia con il tuo soggetto, devi capire i suoi movimenti.

Ad esempio, finché la bambina faceva le sue giravolte, io mi avvicinavo e mi allontanavo da lei, questo per capire la messa a fuoco giusta, al momento in cui lei sarebbe stata più vicina.

E per capire lo sfondo giusto, dovevo fare attenzione che la scena dietro non andasse ad impallare il mio soggetto.

Anche la mia era una danza, ed era indispensabile per entrare in sincronia e armonia con il mio soggetto.

Altro suggerimento è CONTINUARE a lavorare sulla stessa identica situazione e sullo stesso identico scatto.

Non accontentarti. Non fermarti.
Non pensare mai che il primo scatto sia quello che vada bene, anzi…
Pensa sempre che ci sia qualcosa che non va.

Questo è un atteggiamento che tu, come fotografo, farai bene ad impossessartene, perché è indispensabile per lavorare su scatti sempre migliori.

Perché può succedere, ad esempio, che ti accorga che: ci sia il micro mosso; il fuori fuoco o che l’espressione del soggetto non vada bene.

Guarda bene questa foto, cos’è che la rende interessante?

È proprio grazie all’espressione della bambina che questa foto mi è valsa il 3° posto ai PX3 De La Photographie Paris.

La curiosità, infatti, nasce dalla lingua di fuori che è successo solo una volta ed ho solo in questo scatto.

Se vuoi avere maggiori informazioni su Dance For All clicca a questo link: https://danceforall.co.za

Se questo contenuto ti ha interessato ho dei link che faranno al caso tuo.

Nel gruppo Facebook “Foto di viaggio il dietro le quinte”, i miei studenti e non pubblicano di continuo i backstage delle loro fotografie. Interagendo con gli altri membri e con me, tutti possiamo estrapolare delle piccole grandi lezioni. Eccolo: https://www.facebook.com/groups/fotodiviaggoildietrolequinte/

Da qui puoi iscriverti al webinar gratuito che tengo periodicamente, durante il quale NON insegno a scattare belle fotografie, ma racconto di come costruire il tuo scatto ancora prima di alzare al volto la macchina fotografica. Scopri quando sarà la prossima data: https://www.ipickyacademy.it/i-tre-errori-da-evitare/

Se vuoi apprendere ciò che io sono riuscito ad estrapolare dalle lezioni dei grandi pittori per fare fotografie migliori, allora il perCorso di fotografia dell’iPicky Academy è ciò che fa per te: https://www.ipickyacademy.it/c1/